Erri de Luca è nato a Napoli il 20 maggio del 1950. Nel 1968, periodo connotato da forti lotte politiche, Erri ha 18 anni e decide di trasferirsi a Roma per entrare nel movimento di orientamento comunista e rivoluzionario Lotta Continua. Negli anni che seguono Erri si sposta spesso su tutto il territorio italiano ed estero vivendo di lavori di ogni tipo. Si improvvisa muratore, magazziniere ed operaio e durante la guerra nella ex Jugoslavia fa da autista per le associazioni umanitarie che si dirigono verso quei territori.Ha lasciato gli studi ormai da molti anni ma la passione per la conoscenza piuttosto che abbandonarlo sembra anzi crescere dentro di lui in modo sempre più prorompente. Erri de Luca studia quindi da autodidatta e presto impara in modo perfetto molte lingue. La sua attitudine per le traduzioni è semplice da comprendere se si pensa che da solo è riuscito ad imparare anche una lingua tanto difficile quanto l’ebraico antico. Nel corso della sua carriera di scrittore fa molte traduzioni della Bibbia e anche di alcune opere di letteratura straniera. Erri de Luca si avvicina al mondo della letteratura e del giornalismo quando ha già quarant’anni. Pubblica infatti il suo primo libro nel 1989. Si tratta di “Non ora, non qui” (1989) in cui racconta il periodo della sua infanzia. La sua attività di scrittore è molto prolifica sia come romanziere che come saggista, poeta e scrittore di pezzi teatrali. In poco meno di vent’anni, dal 1990 al 2009, pubblica circa cinquanta opere tra saggi, racconti e romanzi nonchè tre raccolte di poesie e ben quattro testi per il teatro e per l’opera. Si distingue nel mondo culturale non solo come scrittore ma anche come giornalista e opinionista. Collabora infatti con testate di grande importanza come “L’Avvenire”, “Il Corriere della Sera”, “Il Manifesto” e “La Repubblica” e scrive reportage sulla montagna, soprattutto sull’alpinismo e sull’arrampicata sportiva.

 

Opere realizzate con Lithos:

Un Esordio (Erri De Luca, Antonello Scotti)

image